Circuito di Pomposa - vista aerea

Report 500 Miglia 28/29.Maggio.2016

Viene archiviata l’edizione del 2016 della 500 miglia come la più veloce di sempre, la gara, che si è svolta nella notte fra il 28 e 29.Maggio, ha avuto una durata di “sole” 13 ore e 21 minuti ed ha visto la partecipazione di 24 Team, il numero massimo raggiungibile per la flotta PGK-Z 390cc, che, essendo dotati di motore 390cc e cambio sequenziale al volante, sono stati in grado di tenere un ritmo di gara molto alto tenendo una media di gara mai raggiunta prima.

Già dalle prove libere si è apprezzato l’ottimo lavoro della equipe capitanata da Paolo Gagliardini con i distacchi contenutissimi dei tempi fatti registrare nelle 2 ore messe a disposizione per prendere confidenza con il tracciato.

Le prove cronometrate mettono in evidenza i possibili protagonisti con il team R3MGMT che con Auteri Rocco che realizza la pole position in 1’09”052 davanti all’alfiere del RED RACING Marco Zipoli, terza posizione per il team PGKART INDOOR ASD con Torriani Daniele davanti ai vincitori dell’ultima 24 ore il team PVF con Edgard Kanah, quinto Francesco Mancini del ROMA CAPUT KARTING.

Al via della gara, alle ore 19.00 di Sabato, la gara assume i connotati di una vera e propria gara sprint con il gruppo che viaggia compatto paraurti contro paraurti e forse definizione migliore non si potrebbe trovare per l’incolpevole Alberto Tognoni VKI-VICENZA KART INDOOR che, a causa di una staccata al limite, si ritrova senza freni urtando alcuni protagonisti della gara prima di rientrare ai box, il team VKI-VICENZA KART INDOOR deve rientrare ai box e ripartire con il muletto dalla 24° posizione.

I divertentissimi kart, con cambio sequenziale al volante, fanno emergere qualche problema tecnico lasciando in pista il pilota della Pole Position che rientra a piedi dopo una incomprensione con il servizio assistenza, la squadra R3MGMT deciderà poi di ritirarsi, chi invece, nonostante la sfortuna iniziale non demorde è il team VKI-VICENZA KART INDOOR che si mentre a testa bassa rimontando posizioni su posizioni.

La classifica vede alternarsi al comando lo SKINDOOR, il ROMA CAPUT KARTING, PFV ed il TEAM 4, nella top ten si alternano molti team e, con il progressivo “gommarsi” del circuito il ritmo di gara scende notevolmente ed a metà gara la classifica è ancora tutta da definire.

La rimonta del VKI e lenta ma costante e riesce a riportarsi nella parte alta del tabellone fino alla rottura di un mozzo posteriore che lo fa retrocedere nuovamente alla 19° posizione.

I problemi tecnici colpiscono casualmente un po’ tutti i team, il ritmo di gara è molto alto e mette a dura prova sia i kart che lo staff tecnico.

La squadra più conservativa è il ROMA CAPUT KARTING che riesce a preservare il proprio kart guadagnano nella notte un giro completo dai suoi diretti avversari, PVF, SKINDDOR, RED RACING e POMPOSA DREAM BLACK TEAM e K.C. ALFREDO MELANDRI racchiusi in pochi giri di distacco.

Il ROMA KAPUT KARTING è preciso e costante e riesce ad accumulare un vantaggio importante di quasi 4 giri sulla squadra in seconda posizione il RED RACING davanti ad una impressionante VKI che si ritrova in terza posizione a soli 15 giri dal termine davanti al PFV, POMPOSA DREAM TEAM e MIOUT KART RACING.

Le posizioni vengono rimescolate negli ultimi giri dagli ultimi cambi pilota, ne erano previsti minimo 32 sui circa 27/28 necessari, e la classifica si riallinea con i team che hanno già raggiunto il numero minimo necessario con quelli che invece hanno deciso di effettuare gli ultimi cambi negli ultimi minuti di gara.

La bandiera a scacchi cala al 664° giro davanti al kart n° 06 del ROMA CAPUT KARTING che vince con ben 6 giri di vantaggio sul RED RACING, (658 giri) terza posizione conquistata dal PFV davanti al VKI-VICENZA KART INDOOR e POMPOSA DREAM TEAM tutti nello stesso giro (657), ottima la sesta posizione per il MIOUT davanti alla squadra sarda della SKINDOOR che chiude in settima posizione davanti al LHASA RACING TEAM.

La Pomposa Endurance continua con la Summer Series che terrà impegnati i piloti fino alla prossima classica che sarà la 24 ore del 01/02.Ottobre.2016, il programma proseguirà nell’inverno con 4 appuntamenti di 4 ore della Winter serie e della Canarias Endurance mentre per la prossima 500 miglia, prevista come di consueto a fine maggio, debutteranno i nuovi PGK-Z 250cc sempre con cambio sequenziale (5 marce) al volante il cui prototipo è stato testato già in pista con ottimi risultati.

Per le classifiche ed informazioni www.pomposaendurance.it

News

Menu